Il barbecue a gas: ecco come sceglierlo

Il barbecue a gas: ecco come sceglierlo

Chi ha un bel giardino o semplicemente un terrazzo ampio non riesce a rinunciare al piacere di preparare ogni tanto una bella grigliata di carne: e come preparare una tale specialità se non munendosi di un barbecue a gas? Ecco quindi che serve sapere come poter scegliere il modello di barbecue a gas più adatto ai propri scopi culinari: vediamo insieme come riuscire nell’ardua impresa. Tutti amiamo mangiare la carne: che sia preparata nei modi più gustosi o semplici, la carne va mangiata almeno due volte alla settimana secondo i nutrizionisti e non di più, e allora perché non godersela in quelle due volte in cui si può consumare? Non c’è niente di meglio, infatti, di cucinare una bella grigliata di carne e si sa che per gustarla al massimo bisogna essere dotati di un appositi barbecue a gas sul quale in realtà, è possibile preparare un po’ di tutto, sia carne che pesce che verdure senza alcun limite.

Ecco perché all’acquisto di un bel barbecue non si rinuncia: si possono preparare in modo semplice anche le pietanze più elaborate, inoltre, nella scelta del barbecue è possibile optare tra piastra, griglia o fiamma diretta, il che permette di cuocere innumerevoli alimenti secondo modi di cottura diversi per accontentare tutti i gusti, anche i più difficili. Le griglie dei barbecue, in genere, sono prodotte sia in acciaio che in ghisa e in questo caso la scelta dell’uno o dell’altro materiale dipende dalla buona capacità di conduzione del calore. Considerando le alte temperature, la griglia per barbecue è decisamente la scelta ideale perché provviste di manici isolanti, mentre le piastre si trovano in pietra lavica o naturale e si tratta di un materiale che riesce più della griglia a trattenere i vari grassi sprigionati dalla cottura. Quindi, chi ci tiene alla linea potrebbe ritenere più adatta la scelta del barbecue a gas in pietra lavica.

A chi invece piacciono i sughetti tipici indotti dalla cottura degli alimenti, il barbecue più adatto è quello dotato di piastre che consentono di far defluire i grassi nel vano sottostante per raccoglierli e poi condirci gli alimenti cotti. Decidere per un barbecue a gas comporta come tutte le cose, pro e contro: di sicuro i vantaggi di un tale barbecue riguardano la capacità di mantenere i cibi caldi, e quindi la possibilità di servirli belli fragranti, e addirittura ci sono modelli di barbecue muniti di fornelletti ai lati che consento di preparare in contemporanea anche altre pietanze: per esempio è possibile cuocere nel vano principale la carne e ai lati verdure e ortaggi vari di contorno e ottimizzare così i tempi di preparazione delle pietanze.

Quale barbecue scegliere

Inoltre i modelli di barbecue a gas risultano molto più facili da adoperare e richiedono rispetto ad altri barbecue una manutenzione minima. Ma come funziona il barbecue a gas? Come dice il nome stesso, si tratta di un barbecue alimentato a gas contenuto nelle bombole, per il peso notevole delle bombole infatti, il barbecue non è proprio molto pratico da trasportare per cui meglio invitare gli amici a casa propria e non promettere di andare da loro col barbecue dato che sarebbe un’impresa impossibile.