Perché è utile l’Impastatrice

Perché è utile l’Impastatrice

Chi per cucinare una deliziosa pietanza magari anche difficile non sfrutta le potenzialità di un’impastatrice? Tutte le vere appassionate di manicaretti e le cuoche provette usano sfruttare l’impastatrice per presentare in tavola gustose e saporite pietanze preparate ad arte. Vediamo quindi come scegliere la propria impastatrice a seconda delle proprie esigenze culinarie. Una vera cuoca provetta non si fa mancare l’impastatrice: sempre più gettonata e popolare, l’impastatrice a oggi è ancora uno degli elettrodomestici più ricercati e sfruttati nonché tra i più desiderati da chi ha intenzione di non muovere un dito in cucina se non può utilizzare una buona impastatrice che contribuisce alla buona riuscita di qualsiasi tipo di manicaretto.

L’impastatrice è un apparecchio che permette di preparare in minor tempo del solito e con la più grande facilità e praticità le pietanze desiderate grazie alla sua estrema versatilità che permette all’impastatrice di lavorare qualsiasi alimento. L’Impastatrice, quindi, si può a ragione considerare la migliore alleata che si possa desiderare in cucina: è uno di quegli elettrodomestici che non può mai mancare in cucina. Grazie alle diverse funzionalità di cui può essere dotata, l’impastatrice può essere sfruttata per diversi usi ed è un elettrodomestico che diventa facilmente l’alleato ideale anche per chi non ci sa troppo fare ai fornelli. L’impastatrice si usa per lavorare ogni tipo di alimento: per esempio, è usata per preparare la pasta fatta in casa, ma anche l’impasto per la pizza o ancora si può usare per la preparazione di creme e impasti per torte, pane, dolci e uno dei maggiori vantaggi che deriva dall’utilizzo dell’impastatrice è quello legato al risparmio di tempo e di fatica.

Chi usa l’impastatrice lo sa che la maggior parte del lavoro lo svolge la macchina, per cui non solo si ha la possibilità di fare altro nel frattempo che l’impastatrice impasta al proprio posto, ma si risparmiano tempo e olio di gomito che invece, prima non si poteva risparmiare. Niente più lavoro di braccia e niente più attese dato che la macchina riesce a portare a termine l’impasto in un tempo eccezionalmente breve. Il tipo più popolare e gettonato delle impastatrici è quella nota come la planetaria: si tratta di un tipo di impastatrice che nel suo lavoro usa tre tipi di fruste diverse per poter ottenere un impasto liscio, elastico e omogeneo da poter subito maneggiare.

Planetaria o impastatrice normale?

Oggi nei negozi specializzati e nei grandi centri commerciali è possibile trovare diversi modelli di impastatrice e la scelta, se non si è troppo esperti, potrebbe rivelarsi difficile per cui è preferibile prima di procedere con l’acquisto di capire quali sono le caratteristiche tecniche che si cercano in un macchinario del genere. Scegliere una buona impastatrice significa anche prescindere dalle marche popolari che non sempre sono sinonimo di qualità, per cui cerchiamo di capire che impastatrice si dovrebbe scegliere in base alle proprie necessità culinarie. In molte sono oggi a preferire in assoluto l’impastatrice planetaria che, a differenza di una standard, sfrutta la potenza di tre fruste: una a foglia che mescola tutti gli ingredienti della ciotola, una a filo che amalgama e sbatte tra loro gli ingredienti, e si rivela molto buona per sbattere uova, per montare e frullare, e infine la terza frusta è a gancio ed è ottima per quegli impasti che dovranno lievitare.